Wednesday, Sep. 20, 2017

CAPELLI SECCHI E SFIBRATI DOPO L’ESTATE? ECCO COSA FARE

Written By:

|

7 September 2017

|

Posted In:

CAPELLI SECCHI E SFIBRATI DOPO L’ESTATE? ECCO COSA FARE

Articolo di di Vanessa Pia Turco

Al ritorno dalle vacanze estive spesso ci ritroviamo con i capelli fragili, spenti e inariditi a causa del sole, della sabbia e del caldo eccessivo. Ecco che risulta necessario correre ai ripari per riacquistare una chioma bella e lucente. Un leggero massaggio che stimola la circolazione sanguigna, una buona idratazione quotidiana, un lavaggio effettuato con detergenti delicati e l’assunzione di ortica, soia e olio di semi di lino possono nutrire il bulbo pilifero e ridare forza e bellezza ai nostri capelli.

Ecco alcuni rimedi naturali che possono contrastare doppie punte, fragilità e secchezza del capello. È bene anche associare una dieta ricca di cibi integrali e frutta secca che contiene ferro, magnesio e selenio e vitamine del gruppo B, tutte sostanze che favoriscono il ripristino e la rigenerazione cellulare. 

ORTICA

ORTICA 

ORTICA

L’ortica è una pianta che appartiene alla famiglia delle Urticacee e contiene polifenoli, lignani e lectani dall’azione antiossidante. Le foglie e le radici di questa pianta contengono numerosi principi attivi che regolano le secrezioni e stimolano la vitalità del cuoio capelluto. Nell’ortica sono presenti le vitamine A, C e K, e sali minerali come ferro, silicio, magnesio e fosforo, davvero efficaci nel caso di capigliatura stanca e sfibrata. Questa pianta è utilissima anche nella cura e nella prevenzione della caduta dei capelli. Si possono assumere 2 compresse di estratto secco di ortica o 40 gocce di tintura madre diluite in mezzo bicchiere d’acqua per un periodo di due mesi. Questa pianta dal sapore aromatico viene spesso preparata come ripieno di ravioli, saltata in padella o lessata con gli spinaci.

 

SEMI DI LINO

SEMI DI LINO

OLIO DI SEMI DI LINO

L’olio di semi lino è una fonte preziosa di acidi grassi essenziali, gli Omega 3, utili per prevenire l’invecchiamento di pelle, unghie e capelli. Quest’olio  aiuta a stimolare il sistema immunitario, le funzioni intestinali e ha un effetto benefico sul colesterolo e sul sistema cardiovascolare. Si consiglia di assumere due cucchiai di olio di lino quotidianamente per un periodo di almeno tre mesi. La sua integrazione però necessita di alcuni accorgimenti. L’olio di lino infatti deve essere sempre consumato a crudo e conservato nel frigo subito dopo l’apertura per la sua estrema deperibilità. In alternativa possiamo utilizzare i semi di lino, leggermente tostati, mescolati a muesli, zuppe e insalate per arricchire così i nostri piatti di salute e bontà.

SOIA

SOIA

SOIA

La soia è una pianta di origine asiatica e appartiene alla famiglia delle Leguminose. Predilige i terreni poco compatti, ben drenati e ricchi di azoto e ama il clima fresco e ventilato. La pianta ha numerose proprietà nutritive e terapeutiche e contiene vitamine, proteine e sali minerali come potassio, fosforo e magnesio utilissimi per il benessere dell’apparato muscolo-scheletico. In ambito tricologico si tratta di un alimento molto efficace nella caduta dei capelli e come componente di creme e shampoo ha ottime proprietà idratanti. La farina estratta dai semi della soia viene solitamente utilizzata per la preparazione di pane, pizza e biscotti mentre il gelato ed il latte di soia risultano ideali per chi vuole perdere peso. L’olio di soia infine è ricchissimo di sostanze preziose come l’acido linoleico e la vitamina E che aiutano a rivitalizzare pelle, unghie e capelli.

Share This Article

Related News

Disseta la tua estate con i cibi della salute
LA PESCA:  GUSTOSA E SALUTARE, AIUTA LA LINEA E PROTEGGE DA CELLULITE E VENE VARICOSE

About Author

Vanessa Pia Turco

Leave A Reply

Leave a Reply